Dark Light
Cerwin Vega VMAXS104 - Shallow da 10"

Calcolo della potenza necessaria per gli altoparlanti Leave a comment

Come effettuare il calcolo della potenza necessaria per gli altoparlanti: Ho altoparlanti da 200 watt RMS. Ho bisogno di un amplificatore da 200 watt per pilotarli?

Il metodo migliore per abbinare gli altoparlanti agli amplificatori consiste nell’utilizzare le potenze nominali “RMS” anziché le potenze nominali “Max/Peak”. È importante notare che la maggior parte dei produttori di altoparlanti pubblica due diverse potenze nominali:

Potenza nominale “RMS” dell’altoparlante


La valutazione per il calcolo della potenza necessaria per gli altoparlanti è verificabile con la lettura dei parametri dell’altoparlante “Nominale” o “RMS” (root-mean-square) è la quantità di potenza che può essere applicata all’altoparlante in circostanze normali. Uno dei fattori principali che determinano la potenza nominale di un altoparlante è la dimensione della sua bobina mobile. Un altoparlante con una potenza elevata utilizza una bobina mobile di grandi dimensioni, che consente di dissipare più calore e quindi di applicare più potenza all’altoparlante. Utilizzare questa potenza per abbinare la capacità “RMS” dell’altoparlante all’uscita “RMS” di un amplificatore. Ad esempio: se i tuoi altoparlanti sono classificati per gestire 50 watt RMS ciascuno, seleziona un amplificatore che fornisca circa 50 watt RMS a ciascun altoparlante.

Potenza nominale “Picco” dell’altoparlante


La seconda è la valutazione “Max” o “Picco”, che è la quantità massima di potenza che può essere applicata per brevi periodi di tempo senza causare danni. Se la potenza nominale di picco viene superata per un lungo periodo di tempo, esiste il pericolo di surriscaldamento e deformazione della bobina mobile. Non utilizzare questa potenza nominale per abbinare gli altoparlanti agli amplificatori.

 È solo a scopo informativo.

 Non abbinare la potenza nominale RMS dell’altoparlante alla potenza massima/di picco di un amplificatore. 

Ad esempio:

Se i tuoi altoparlanti sono classificati per gestire 50 Watt RMS ciascuno e selezioni un amplificatore che fornirà 125 watt RMS per altoparlante, probabilmente applicherai troppa potenza per l’altoparlante da gestire. Ciò può causare la “bruciatura” di una bobina mobile e possibilmente il “cortocircuito”.

Nella nostra domanda sopra

“Ho bisogno di un amplificatore da 200 watt per pilotare un altoparlante da 200 watt?” la risposta è semplicemente “no”.
Una potenza nominale di 200 watt RMS indica quanta potenza può gestire un altoparlante , non quanta ne richiede . Ad esempio: Un altoparlante da 200 watt può suonare alla grande con solo il 30% (60 watt) di potenza applicata. Tuttavia, avrai un basso SPL (livello di pressione sonora) o “volume” con questa piccola potenza.

Esempio di tabella di valutazione della potenza dell’amplificatore:

Potenza dell’amplificatore lato basso
(30% potenza RMS)
0,30 x ( n. di altoparlanti x potenza nominale RMS = potenza dell’amplificatore richiesta )

Potenza dell’amplificatore lato alto
(potenza RMS) N.
di altoparlanti x potenza nominale RMS = potenza dell’amplificatore richiesta

N. di altoparlantiValutazione di ogni altoparlante (RMS)Valutazione totale dell’altoparlante (RMS)Potenza consigliata dell’amplificatore (RMS)
1100 watt100 watt30-100 watt
2100 watt200 watt60-200 watt
3100 watt300 watt90-300 watt
4100 watt400 watt120-400 watt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.